Rapina e 'pestaggio', arresto e obbligo

La notte del 17 novembre un barista fu rapinato e malmenato brutalmente a Sant'Ilario d'Enza, nel Reggiano, da due banditi col volto coperto. Per l'episodio furono denunciati in quattro per concorso in rapina aggravata e lesioni personali gravissime. Ieri i carabinieri, hanno arrestato un 20enne reggiano e sottoposto all'obbligo di firma un 23enne di Vignola (Modena). Il barista era nel locale con una ragazza minorenne, poi risultata complice della banda, quando aprì la porta a due sconosciuti, che lo picchiarono per portare via solo 10 euro dalla cassa. I tre fuggirono a bordo di un'auto guidata da un'altra giovane. Il ferito fu ricoverato con una prima prognosi di 40 giorni per le botte: fratture facciali e sospetto perforamento della trachea. Le indagini, grazie ai filmati della videosorveglianza, hanno portato all'identificazione dei quattro, con il 20enne e il 23enne ritenuti gli autori materiali. La Procura ha quindi chiesto e ottenuto nei loro confronti i provvedimenti cautelari.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gussola

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...